Esplorare museo del cristianesimo in slovenia 

Rosari

Nel passato i pellegrinaggi erano uno dei motivi più importanti che spingevano le persone ad andare in viaggio ed era quasi obbligatorio per il pellegrino tornare dalla via di Dio con una prova materiale del voto adempiuto. Sulle bancarelle, oltre alle benedizioni della Chiesa e dei centri di pellegrinaggio in Europa, spesso venivano acquistati anche rosari. Si tratta di un ausilio che aiuta il credente nel conteggio delle preghiere. I credenti utilizzavano i rosari anche come collana oppure ornamento murale per gli altarini in sloveno “bogkove kote". La nostra raccolta di rosari, conosciuti in Slovenia anche con il termine roženkranc oppure molek, è di circa 50 esemplari, risalenti a tra il XXVII ed il XX secolo. Il più prezioso è il rosario Maria Zell del XXVII secolo.